Lessico Basco-Italiano

Rédigé par Enrico ALBERINI

Tratto da un articolo di René Poty  (cc530)  del 28/11/99 sul lessico Franco-Basco

Nella “Grand guide des Pyrénées”, Editions Milan, si trova un lessico dei nomi di luoghi baschi molto interessante.
Ciò che colpisce, in una prima lettura, è il gran numero di nomi baschi che si riferiscono alla natura (legno, ruscelli, rocce, pascoli, ecc.). Tutti coloro che sono andati in bicicletta sulle strade o sulle piste dei Paesi Baschi conservano un ricordo talvolta cocente dei “piccoli” passi dalla pendenza impressionante.La lingua basca sembra molto ricca per descrivere questo rilievo così particolare, È così che si trovano dei siti il cui nome ha come radice:

Aguerre: luogo alto, libero.
Aitz: punta rocciosa o Atxegu: roccia isolata
Aran: valle, Arana o Haranea: la valle.
Arri: pietra, roccia che si declina in arrietta: sito roccioso, arçubi: ponte di pietra, ararte: gola ecc…
Karzé: collina, luogo alto.
Buru: testa, estremità, in alto.
Cap:capo: capo, punta, testa.
Egi: versante.
Gain (molto comune) alto, Cîma. Gagneko: dall’alto.
Garate o Garati: vertice , punto culminante.
Goi: parte superiore, Goyen, Goiko: dall’alto.

Si può notare un abbondante vocabolario per indicare le cime, le creste.. Ma che dire dei passi che ci sono cari?
Il numero di parole appare un po’ più limitato:

  • Meha, étroit, Mehatze, meaca: passetto, passaggio.
  • Lepo, lepoa, lepoua : passo (è il nome più comune).

Infine, è piacevole e istruttivo conoscere il significato dei nomi di alcuni passi, tutti profondamente radicati nella cultura basca:

  • Orgambide : strada carozzabile : 64-1284 : col d’Orgambidesca, 64-0958 : col d’Orgambide.
  • Burdin : ferro : 64-1092 : Col de Burdincurrutcheta che qui significa: passo della croce di ferro, 64-0892 : col de Burdin Olatze (ola= forgia, fucina).
  • Haritz : quercia rossa : 64-0784 : col d’Haritzcurutche (croce della quercia ? croce in quercia ?).
  • Egi ou Hegui : versante , cresta : 64-1313 : col d’Heguichouria.
  • Curutche, Kurutz : croce : 64-1285b col de Curutche, 64-0557 : Curutche lépoa, tutti e due significano: passo della Croce, 64-0921 col de Curutcheta.
  • Mendi : monte, 64-0435b : Mendiko lépoa, 64-1362b : col d’Erroymendi.
  • Zabal : vasta distesa, 64-0503 : col d’Askonzabal
  • Artzu, Hartze, Harritzu, Arrieta : luogo roccioso: 64-0666 : col d’Artzaley.
  • Oihan : legno : 64-0895b : col d’Oyanbeltze.
  • Ibar : valle : 64-0966 : col d’Ibarburia.
  • Ola, Olha : capanna, fucina : 64-1245 Ohlazarreko lépoa.
  • Bide, bie : stradina, via. Bidea, bidia : route, 64-1567 Bidegorritako lepoua.

Buona strada e che questo piccolo lessico vi aiuti a scalare i terribili pendii del Paese Basco.

da un articolo di Michel de Brébisson (cc1315)

Oltre alla pubblicazione di René Poty su questo sito, vi propongo un complemento che, come dice l’autore, deve permettere di trovare il senso di un gran numero di toponimi della carta di Francia.

Gastel, gastelu : castello Saro, saroi : bosco, boschetto
Gorostiague : serranda Sarobe : ovile
Haiça, haize : vento Sedari, zedari : pietra di confine, pietra miliare
Halga, falga : felce Senda, chendra : sentiero
Har, hari, harri : pietra Tartaka ; tartakadi : quercia verde ; luogo dove crescono
Haram : valle Toja, toju, utsal : terra incolta
Harbibil : sasso tondo Toki : luogo, spazio
Harbotxi : roccia Tortitx, tortox : quercia da sughero
Hardi : cumulo di pietre Tuturu, tontor : pic, pointe, cime
Hardoi, haregi : cava Tutxulo : altopiano, conca
Hargune : luogo pietroso Txara : luogo in cui sono piantati cisti
Haritz : quercia Txerigerezi : ciliegio
Harkadi : roccia, sasso Txeritegi : porcile
Harkoska : sasso spigoloso Txipo, zurtxuri, zurxuri : pioppo
Harlauza, harlatxa : pitra piatta Ubea :guado
Harpiko : picco Ugaitz, uraitz, zuperna : fiume, torrente
Harrina : sabbia Ugari, urbegi, urburu, urgia, urgune, urmia, uthur : fonte
Hartoki, hartsu : terreno pietroso Ugolde, uhausin : torrente
Harxède : fossa di pietre Ukatz : stagno
Martzuka : gelso Unkitegi : strada sicura
Mendi = montagna Ur : acqua
Mendiarte, Menditarte : valle Urjauztiri, urzuti : cascata
Mendibirkar : pianetto Urki ; urcodoy: betulla
Mendibitarte : gola, valle Urkitza : albero
Mendigain : pianoro, cima Urlepo, urmehegune : guado
Mendigarai : cima, vetta Uztahurtze, urritz, urrutx : nocciolo, noce
Mendihegal : contrafforto Xaar : cespuglio
Mendiheroka : quercia di montagna Xalapista : capanna povera
Mendikasko : cima Xara, xaradi, xaraxi : fustaia
Mendilepo : passo Xenda, xendra, zidor: sentiero
Mendisaldo : cordigliera Xilhogune, xilhoka : grotta
Mendiur : acqua torrenziale Xupide : sentiero di montagna
Mendixorotx, Mendizut : picco [mèndišóròtš] Zabaltoki : pianura
Merla, merlahobi : marna Zahar : viecchio
Putzu, putxu : pozzo ; fosso, buco Zaldibide : strada mulattiera
Quinta, quinca : palude Zubi, zubia : ponte
Sako : media valle Zubito, zubixka : ponticello, passerella
Sakon : profondo, vuoto Zume : vimine
Sapar : cespuglio, arbusto Zuphude : sentiero ripido
Sarats ; saratsaga : salica; salice di mare Zurikats : erica bianca
Zurkari : boscaiolo

Ref. estratto dal GLOSSARIO dei TERMINI DIALETTALI che permette di trovare il senso di un gran numero di toponimi della mappa di Francia di A. PEGORIER ingegnere geografo. [Ign 1963]